La Storia

Nel 1890 Vittorio Trombetta apre la propria attività, una torrefazione con vendita di caffè sfuso, in via Marsala, accanto alla stazione Termini. È il suo modo di dare il benvenuto a chi arriva nella Capitale, offrendo la possibilità di ritemprarsi dopo un lungo viaggio con un ottimo caffè, secondo la migliore tradizione italiana. Da subito il Caffè Trombetta si distingue per la sua eccellente qualità, così da divenire presto un punto di riferimento non solo per i viaggiatori ma anche per i romani. E lo è ancora oggi: nello storico locale di via Marsala ogni giorno migliaia di persone si concedono la loro piccola razione quotidiana di piacere, gustando un ottimo espresso o acquistando le migliori miscele di Caffè Trombetta.

Nel corso dei decenni l’attività cresce e negli anni ’60 subentra a capo dell’azienda Giorgio Trombetta, nipote del fondatore, che definisce l’attuale assetto societario e sposta la produzione nel moderno stabilimento di Pomezia, nell’area industriale vicino Roma. Giorgio Trombetta si distingue per modernità e visione d’impresa: investe in innovazione e qualità ed è fra i primi a utilizzare la tecnologia del confezionamento sottovuoto; fonda inoltre il Consorzio del São Café, con cui impone il marchio nella grande distribuzione.

Oggi Caffè Trombetta S.p.A. è un’importante realtà industriale a controllo familiare, protagonista nella commercializzazione del caffè in Italia e nei principali mercati esteri. La capacità produttiva del proprio stabilimento è di oltre 6.000 tonnellate l’anno e il processo produttivo è completamente automatizzato. È stato inoltre sviluppato un sistema informativo integrato con le linee di produzione che consente un’identificazione univoca dei lotti e delle spedizioni, nel rispetto delle norme vigenti e della sicurezza del consumatore. L’azienda si è inoltre dotata di un Sistema Qualità certificato secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015 ed ha ottenuto la certificazione IFS ai fini della sicurezza alimentare.